Collevecchio: arte e cultura medievale – rinascimentale

Secondo la leggenda, l’origine di Collevecchio risale al 1253, quando una breve fermata del Papa Innocenzo IV autorizzò gli abitanti della zona paludosa e fertile di Muziano a muoversi verso un piano più salubre e alto. Nel 1605, secondo le disposizioni del papa Paolo V (1605 – 1621), Collevecchio divenne sede del governo della Sabina. Il tutto, al termine di un lento processo di arricchimento urbano e culturale del paese, principalmente riconducibile ad alcuni cittadini illustri, come Blosio Palladio (umanista e figura di spicco nel campo letterario), che fu segretario personale di cinque Papi e che aveva un rapporto stretto con i Medici di Firenze.

Collevecchio, grazie a questo rapporto duraturo con la Santa Sede, ha ospitato personaggi importanti, specialmente per la gestione della Camera papale. Il villaggio via via arricchito di nuovi edifici è stato ornato da strutture rinascimentali, che ancora oggi caratterizzano il centro storico.

Collevecchio è ricca di edifici sacri, chiese e opere d’arte sacre. Pertanto, se siete degli appassionati di questo seettore artistico, non rimarrete certamente delusi dalla ricca offerta locale:
– l’antica cappella di San Pietro;
– la chiesa collegiata di Annunziata (fine XII secolo), con un magnifico portale del XV secolo, e oeuvres notevoli;
– la chiesa della Madonna del Rifugio aggiornata al 1586, con una sola navata e due cappelle, una per lato;
– la chiesa di S. Andrea (1614), situata a nord sulla cima di una collina, con dipinti attribuiti alla “scuola veneziana” del 1500, purtroppo non più in loco;
– la chiesa di Santa Maria del Piano, (costruita nel XIV secolo e più volte restaurata), al cui interno si trovano splendidi affreschi cinquecenteschi raffiguranti la Vergine Maria e di Gesù Cristo.

Eventi: dal 7 giugno: “Fiera dei prodotti agricoli”, con una grande mostra di prodotti tipici, giochi e animazione per i vostri bambini; dal 21 giugno: “Sagra della Crostata”, dove potrete gustare tipici dolci locali e musica dal vivo fino a tardi.

Lascia un commento